Sicilian Cup
F1 2020 News

Formula 1 | Anteprima e statistiche del Gran Premio d’Austria

Circuito

Nome: Red Bull Ring

Luogo: Spielberg, Stiria, Austria

Distanza a giro: 4,318km

Numero di curve: 10, sette a destra e tre a sinistra

Senso di marcia: orario

Costruzione: la nascita di questo storico tracciato risale agli anni ’50, quando alcuni appassionati di auto da corsa crearono il primo percorso con qualche cono e semplici balle di fieno. Nel 1958 si disputò sul tracciato di allora una gara di vetture sportive internazionali, mentre nei successivi due anni fu la Formula Due a fare tappa in Austria. Nei primi anni Sessanta il tracciato di Zeltweg ospitò due eventi del campionato di Formula 1 non validi per il mondiale. Sull’onda dei successi dell’idolo locale Jochen Rindt, si decise di costruire un nuovo tracciato, l’Osterrichring. Il 1970 fu l’anno dell’inaugurazione: la prima gara di Formula 1 si disputò sul circuito lungo 5,911 km e fu vinta inaspettatamente da Jacky Ickx. Nel corso degli anni la pista subì qualche modifica, ma le più importanti avvennero nel 1988, quando la gara era già stata cancellata dal calendario iridato; vennero modificate la curva Bosch e la larghezza del rettilineo principale. Il tracciato come lo conosciamo ora risale però al 1997, dopo numerose modifiche e un nuovo progetto a carico della società austriaca A1, che fece nascere una nuova pista all’interno della vecchia. Dopo l’ultima edizione del 2003, il tracciato è stato rilevato dalla Red Bull, che nel 2010 ha finanziato i lavori per un riammodernamento della struttura del paddock, senza modifiche alla pista. Il tracciato come lo conosciamo ora ha ospitato eventi di altri campionati, prima di rientrare lo scorso anno nel calendario della maggiore Serie.

Dati tecnici:

Carico aerodinamico:BassoMedioAlto
Apertura del gas: 60% del giro
Consumo di carburante al giro: 1,4 kg/giro
Velocità massima: 328 km/h
Possibilità di safety car: 65%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: 22 secondi
Possibilità di sorpasso:FacileMedioDifficile
Vincitori dalla pole position: 9 su 30 edizioni in questo tracciato
Peggiore posizione di partenza per un vincitore: quattordicesimo (Jones, 1977)

Particolarità del tracciato: Il Red Bull Ring è uno dei tracciati più veloci del calendario di F1, in quanto vi sono solo nove curve. Richiede un carico aerodinamico medio, ma i top team utilizzeranno ali più cariche in modo da compensare l’aria rarefatta, oltre che per avere una maggiore trazione in uscita di curva. Per quanto riguarda le zone DRS, ve ne sono ben 3 (rettilineo, curve 1 e 2 e curve 2 e 3). I sorpassi qui sono possibili in quanto, oltre alle zone appena citate, la pista è piuttosto larga.

Freni:

Categoria di circuito:LightMediumHard
Numero di frenate: 7
Tempo speso in frenata: 17 % del giro
Energia dissipata in frenata durante il GP: 143 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il GP: 67.237 kg
Frenata più impegnativa: la seconda staccata alla curva 2

Gomme: Per questo Gran Premio, Pirelli ha deciso di non portare i set di gomme più dure (C1) e più morbide (c5). Scelte completamente diverse per Mercedes e Ferrari. Vedremo chi avrà azzeccato la migliore strategia per il weekend dove si prevedono alte temperature sul circuito di Spielberg.

RECORD

Giro prova: 1:03.130 – V Bottas – Mercedes – 2018
Giro gara: 1:06.957 –K Raikkonen – Ferrari– 2018
Distanza: 1h24:04.888 – M Schumacher – Ferrari – 2003
Vittorie pilota: 3 – A Prost
Vittorie team: 6 – McLaren
Pole pilota: 3 – N Piquet/ N Lauda/ R Arnoux
Pole team: 7 – Ferrari
Migliori giri pilota: 3 – D Coulthard
Migliori giri team: 8 – McLaren
Podi pilota: 5 – D Coulthard
Podi team: 22 – Ferrari

Albo d’oro

  1. 1964 L Bandini – Ferrari
  2. 1970 J Ickx – Ferrari
  3. 1971 J Siffert – BRM
  4. 1972 E Fittipaldi – Lotus-Ford Cosworth
  5. 1973 R Peterson – Lotus-Ford Cosworth
  6. 1974 C Reutemann – Brabham-Ford Cosworth
  7. 1975 V Brambilla – March-Ford Cosworth
  8. 1976 J Watson – Penske-Ford Cosworth
  9. 1977 A Jones – Shadow-Ford Cosworth
  10. 1978 R Peterson – Lotus -Ford Cosworth
  11. 1979 A Jones – Williams -Ford Cosworth
  12. 1980 J-P Jabouille – Renault
  13. 1981 J Laffite – Ligier -Matra
  14. 1982 E de Angelis – Lotus-Ford Cosworth
  15. 1983 A Prost – Renault
  16. 1984 N Lauda – McLaren-TAG Porsche
  17. 1985 A Prost – McLaren-TAG Porsche
  18. 1986 A Prost – McLaren-TAG Porsche
  19. 1987 N Mansell – Williams-Honda
  20. 1997 J Villeneuve – Williams-Renault
  21. 1998 M Häkkinen – McLaren-Mercedes
  22. 1999 E Irvine – Ferrari
  23. 2000 M Häkkinen – McLaren-Mercedes
  24. 2001 D Coulthard – McLaren-Mercedes
  25. 2002 M Schumacher – Ferrari
  26. 2003 M Schumacher – Ferrari
  27. 2014 N Rosberg – Mercedes
  28. 2015 N Rosberg – Mercedes
  29. 2016 L Hamilton – Mercedes
  30. 2017 V Bottas – Mercedes
  31. 2018 M Verstappen  – Red Bull

Related posts

Formula 1 | La Mercedes ha un’arma in più: modifica il camber “muovendo” lo sterzo [VIDEO]

Michael

Formula 1 | Anche la Williams si rifà il look: sarà pronta a risalire lo schieramento?

Michael

FORMULA 1 | Ora è ufficiale: Vettel lascia la Ferrari

Michael

Leave a Comment